Il cuore è nascosto nell’uva, la vinaccia

In cantina, dalla pigiatura dell’uva, nascono due componenti: il mosto, liquido zuccherino che la fermentazione alcolica tramuterà in vino, e le vinacce, costituite principalmente dalle bucce degli acini. Esaurita la loro basilare funzione nel processo di produzione del vino (apportano colore e profumi) le vinacce sono ancora una materia prima di straordinario interesse che l’arte della distillazione è in grado di valorizzare in tutte le sue sfumature. Proprio le vinacce, dunque, rappresentano la materia prima lavorata in distilleria.

Da un chilogrammo di vinaccia si ottengono circa 100 ml di Grappa a 40%Vol.
Il che implica che le masse di materia prima impiegate per la distillazione della Grappa siano particolarmente significative.

Torna a I segreti